Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Donne’ Category

Un ovetto personalizzato!

20140419-193245.jpg

Read Full Post »

Ottimo spunto della mia cara amica e coach @fparviero

Read Full Post »

Gloria

Divertente, ironico, genuino, “Gloria” ci racconta una donna cinquantenne che non vuole rinunciare ad amore, passione, divertimento.
Ce la racconta senza fronzoli mettendo a nudo vizi e piaceri quasi adolescenziali, ma anche paure, incomprensioni, solitudine.
La strepitosa interpretazione di Paulina Garcia (migliore attrice al Festival di Berlino 2013) ha regalato a questo film cileno un grande  e meritato successo anche in Italia.
Unica pecca: forse un po’ lungo.

Read Full Post »

Questa foto, la prima, è stata scattata il 5 giugno del 1989.
Uno studente, disarmatoe inerme fronteggia quattro carri armati in piazza Tian An Men.

La protesta pacifica di un cittadino semplice, per i propri diritti e per una vita migliore.
Contro di lui volti invisibili ben protetti dentro i carri armati e dentro i palazzi del potere.
Dopo quasi 15 anni questa immagine è ancora viva  presente per tutti quelli che vissero attraverso i media quesi giorni ed ogni turista che visiti Pechino, è capitato anche a me,  va più o meno consapevolemente a cercare quella piazza per provare il brivido di quella foto.

A 14 anni di distanza, l’11 giugno 2013 è stata scattata la seconda foto che per molti aspetti mi ricorda la prima.
Ancora una protesta pacifica, quella degli studenti che vogliono proteggere un parco storico di istambul destinato da una decisione ottusa ad essere sostituito da una caserma. Il tutto in un paese nel quale le nuove leggi appena introdotte impongono gonne sotto al ginocchio e il divieto di baci pubblici.
Una colonna di militari in assetto antisommossa aggredisce i manifestanti.
Una giovane donna con un vestito rosso viene bersagliata con gas urticanti dai soldati armati.
Un altro simbolo fortissimo della prepotenza del più forte che si accanisce su un’inerme.

2 foto molto simili che sarà molto difficile togliere dalla mente e dal cuore di milioni di di persone.

File:Tianasquare.jpg

Turchia, la donna in rosso simbolo della protesta

Read Full Post »

Una Saggia al Quirinale

Mi è piaciuto l’articolo di oggi di Gramellini di cui vi ripropongo volentieri il testo.
Mi sembra racconti bene di questa Italia triste, incapace di staccarsi da stereotipi impolverati fatti di uomini brizzolati con cravatta destinati a salvarci dal baratro. Persino Napolitano è caduto in questa trappola del luogo comune, benchè gli venga riconosciuto il merito di essersene poi scusato.
Valorizzare le donne e i giovani, che non sono una minoranza, ma una larga componente di questa società è la vera sfida. Ce la faremo?  Incrociamo le dita.

Una Saggia al Quirinale

massimo gramellini

Facendomi portavoce dell’opinione di numerose lettrici, vorrei qui ringraziare il presidente Napolitano per non avere inserito neppure una donna nella lista dei dieci Saggi che hanno dato il cambio all’onnivoro esploratore Bersani nel ruolo di intrattenitori istituzionali. La difficile missione di questi brizzolati esponenti dell’establishment consiste infatti nell’ingannare il tempo fino al conclave che eleggerà il prossimo Capo dello Stato, stilando elenchi di priorità su fogli di carta intestata che fra un paio di settimane si tradurranno in aeroplanini volteggianti. E’ un compito non nuovo ma necessario e nessuno dubita che essi lo adempiranno con scrupolo e senso civico. Soprattutto con quella passione che soltanto i maschi riescono a infondere nelle cose inutili e astratte.

Le donne no: troppo pragmatiche, troppo legate alla vita. I dibattiti destinati al nulla le lasciano indifferenti e anche un po’ insofferenti. Se qualcuno le avesse incautamente coinvolte, avrebbero forse accettato – per naturale cortesia o legittima vanità – di partecipare alla prima riunione. Ma, annusata l’aria sterile, ci avrebbero messo un attimo a recuperare borsetta e paltò, lasciare i Saggi alla loro saggezza e correre a occuparsi delle decine di adempimenti pratici che costellano la giornata di ogni essere di sesso femminile in un Paese che sulle donne ha scaricato le latitanze della collettività. Se proprio le vogliamo scomodare, che sia per qualcosa di veramente utile e di dolcemente rivoluzionario. Come una Saggia al Quirinale, per esempio.

Read Full Post »

A 16 anni mi sono innamorata del teatro classico.
Frequentavo il liceo e nella cornice raccolta del Piccolo di Milano sono rimasta folgorata dalla Medea di Euripide interpretata da Mariangela Melato. Un personaggio molto forte e molto fragile quello di Medea, nel quale le emozioni sono accentuate da una sensibilità femminile molto spinta. Disperazione, amore, odio, vendetta, dolore, ….. espressi con grande forza da un’interprete sublime.

Read Full Post »

L’intervista….

Da una chiacchierata telefonica con Alessandra Farabegoli blogger ed esperta di internet e comunicazione online è nata questa mia intervista che condivido volentieri.

La trovate qui

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: