Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Viaggi’ Category

La vista è incredibile. In più dovreste immaginare il canto contrapposto di diversi Muezzin e il bisbigliare lontano della città. Magia pura.

20140428-233706.jpg

Annunci

Read Full Post »

Pool with a view

Schermata 2013-12-08 a 11.46.31

A volte è bello ricordare posti unici. Ogni ricordo allegro racchiude però in fondo anche un po’ di malinconia. E’ così anche per questa immagine. Le luci, la notte, i grattaceli a pardita d’occhio, il lusso ostentato di questa piscina in un luogo irreale. Ecco questa foto racconta un po’ l’umana tensione a costruire paradisi artificiali in grado di anestetizzare, ma solo momentaneamente, l’infelicità.

Read Full Post »

Nelson

7 anni fa
Johannesburg
ultima tappa di un bellissimo viaggio in Sudafrica.Soweto, la casa di Mandela, (Madiba come lo chiamavano i suoi….) e soprattutto il museo dell’Apartheid, così emozionale, così toccante.
Caldissima l’accoglienza delle persone del quartiere.
Bellissimo il video del discorso di De Klerk in parlamento nel febbraio del ’90 che annuncia la liberazione di Nelson Mandela e la fine dell’Apartheid.

5 anni fa
New York
viaggio con amici per incontrare altri amici. Tra questi Sthu, Presidente dell’ente del turismo Sud Africano in America.
Ci raccontava con grande gioia di aver ottenuto dal sindaco di NY di poter celebrare i 90 anni di Mandela illuminando l’Empire State Building con i colori della bandiera Sudafricana. “Però non tutti, signora, le avevano detto, per cortesia può sceglierne 3-4 al massimo?”.
Emozionante quell’empire giallo verde e rosso.

Read Full Post »

Neve e luce

svezia 1 svezia25 giorni in Svezia. albergo in mezzo al bosco, affacciato su un lago ghiacciato. Neve tutt’intorno. un paesaggio bello e romantico. Un silenzio che quasi mette a disagio chi è abituato ai rumori della città. Serenità, porte non chiuse a chiave, colleghi mai visti che si fermano e chiedono se vuoi un passaggio in auto.
Questa è la Svezia, con la sua bellezza malinconica, con quei dolcetti che trovi dappertutto perchè una cosa inaspettata dei vichinghi è che sono golosi più di noi.
Certo la cosa che manca di più da quelle parti è il sole. In inverno c’e poca luce x poche ore. La luce si sa ha un dffetto importante sull’umore e l’energia delle persone. Pare che in certe zone molto a nord della scandinavia si usino addirittura delle lampade, in grado di fornire in case ed uffici una luce simile a quella del sole.
insomma oggi sto assaporando con grande piacere questa giornata di sole invernale milanese!

Read Full Post »

Marrakech è stata una scoperta. Ci ero stat anni fa ma l’avevo vissuta distrattamente. Ricordavo solo una piazza magica e i suoi fumi. Li ho ritrovati adesso, con lo stesso fascino.
Marrakech ti conquista con le sue vie strette e imprevedibili,animate di botteghe semplici e meravigliose: il macellaio, il pasticcere, il venditore di spezie.
Ci sono anche tanti venditori di strada, quelli che stendono un telo per terra e da lì vendono ferri da stiro usati, scarpe improbabili,datteri tostati.
Immagini in cui perdersi senza fretta.
E poi c’è la piazza Djemaa el Fna che dalle 5 di sera comincia a popolarsi di personaggi di ogni tipo: ammaestratori di serpenti, venditori di denti, artiste dell’hennè. Lentamente la piazza si anima anche di tutti i banchetti alimentari: quelli che vendono agrumi e spremute, quelli che offrono frutta secca, quelli che preparano una meravigliosa bevanda calda alle spezie. La cosa ideale è godersi questo brulicare da una terrazza, sorseggiando un te alla menta. Poi si scende di nuovo tra i banchetti alimentari lasciandosi affascinare dal cameriere con la faccia più simpatica. Spiedini, costolette di agnello, kouss kouss, ….. un pasto medio costa 70 dirham (7 euro), bibite incluse. Per i più audaci ci sono le lumache stufate, la testina di vitello o il panino con uovo e patata. Voglio tornare prestissimo.

Read Full Post »

Arcobaleno, rifrazione di luce,…. non lo so. Questo è il risultato: un cerchio con i colori dell’iride tutto intorno al sole. (Singapore)

Read Full Post »

Ci ero già passata, di ritorno da un altro viaggio circa 15 anni fa e l’avevo un po’ snobbata.
Quest’estate le ho dedicato 2 giorni e non me ne sono pentita. Forse non ha il fascino coloniale di Hong Kong ma ha comunque angoli interessanti da esplorare: Chinatown con i banchetti di cibo fantastico a 5 dollari e i templi indu affollatissimi e carichi di misticismo, la baia punteggiata di navi che aspettano di entrare in porto, il fiume e i suoi mille locali, jogging sul  perimentro in legno di Marina Bay.
Per chi desidera ubriacarsi di shopping c’è la zona di Orchard road, un susseguirsi di Mall e negozi delle migliori griffe. Vi potrà stupire anche la metropolitana con aria condizionata e pavimenti in marmo. La pulizia regna sovrana ovunque, complice un sistema di multe molto rigid per chiunque sporchi in qualche modo le aree pubbliche. Il chewing-gum è per esempio proibito a Singapore.
Personalmente ho amato di più anche per pernottarci, la zona della Marina, e l’eleganza decadente del Fullerton, ex ufficio postale della città.
Dettaglio un po’ pacchiano, ma anche questa è Singapore, è la città vista dall’alto del Ku-De-Ta, locale al roof top del grattacielo più alto della città. Lo spettacolo è bellissimo e potrete accompagnarlo con un cocktail mediocre e patatine al wasabi (non ne hanno altre). I più fortunati possono godersi questo spettacolo dalla piscina che pare cadere giù nel vuoto.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: