Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Musica’ Category

Apple, il film di Natale

Quello che mi piace di questo filmApple è la capacità di parlare di emozioni mettendo al centro un proprio prodotto, ma in un modo delicato, equilibrato, non smaccatamente commerciale.

Read Full Post »

Mercoledì sera ho visto il Nabucco da un palco del teatro alla Scala.
Scelta originale quella di preferire a costumi storici di scena abiti di inizio secolo, con Nabuccodonosor in camicia, completo grigio e bretelle.
Inizialmente il pubblico ne è rimasto un po’ confuso.
In realtà credo questa scelta abbia voluto sottolineare il forte parallelo in essere tra quell’evento storico che vide gli ebrei schiavi dei babilonesi e tante realtà di oggi, con popoli o gruppi di persone esiliati e perseguitati.
Opera corale e per questo ancora più potente e impattante, questo Nabucco è stato interpretato in modo eccellente da cantanti e musicisti, uno su tutti il tenore Leo Nucci.
Ovviamente l’opera ha avuto il suo momento più emozionante nel terzo atto, quando il coro ha intonato “Va pensiero”.
Immobile, posizionato al centro del palco, il coro ha cantato in modo sublime strappando un applauso infinito e una raffica di “bravi””bis” dal loggione.
Il maestro ha deciso a quel punto di concedere il bis.
Quel coro immobile in abiti “occidentali”, quel canto struggente…. (“Oh mia patria si bella e perduta……”) così vicino a tutti noi in questo momento di smarrimento collettivo. Impossibile non esserne toccati.
(trovate qui un breve ma significativo trailer).
E qui sotto alcune immagini.
ImmagineImmagineImmagine

Read Full Post »

Le magie jazz di Bollani e la voce graffiante di Irene.

Why not?

Read Full Post »

Pazienza

Bellissima. Oggi l’ho ascoltata a oltranza.

Ti giri e cerchi di parlare
Da quale sogno vuoi tornare
Da quale angolo lontano
Ombre a rincorrersi sul muro
Mi viene incontro il tuo profumo
E’ un mare calmo l’incoscienza
E ho bisogno di te
Pazienza
Che strani giorni amore
Si muovono le nuvole
Onde a toccare il cielo davanti a noi
Dammi le tue mani
Sei entrato senza far rumore
Hai preso tutte le parole
Ed hai sprecato ogni mia forza
Una rincorsa per le scale
Un’altra strada da sbagliare
Non ho mai fatto penitenza
Bastavi tu
Pazienza
Che strani giorni amore
Si cercano le nuvole
Onde a bucare il cielo davanti a noi
Prendimi le mani
Che strani giorni amore
Si cercano le nuvole
E darsi tutto e farsi male
E andare a fondo, a fondo per cercare
Svegliati, sali su, fino a me
Brilla già in ogni via la tua luce
Chissà se avremo un’occasione
Ancora un cambio di stagione
Io benedico la tua assenza
Beata me
Pazienza
Che strani giorni amore
Leggeri tra le nuvole
E resta addosso il male e il bene
Nascondo tutto, tutto nelle vene
Come sorridi tu, nessuno
Come mi guardi tu, nessuno
Oltre satelliti e aquiloni, seguirti ancora
Arriverà domani
Splende già in ogni via quella tua luce

Read Full Post »

La prima cosa bella

Risentita oggi x caso sull’ipod di un amico. Bella la canzona, delicato e struggente il film.

Read Full Post »

Una delle mie canzoni preferite di De Andrè.
Poesia, e un canto che ipnotizza.

Read Full Post »

Lo scorso week end sono volata a Roma per il concerto di Jovanotti, complice un’amica che mi ha regalato i biglietti (santa subito!) facendomi un mega regalo di compleanno.
Il concerto è stato S P A Z I A L E.
Lorenzo ha ballato e cantato con un’energia incredibile alcuni dei suoi pezzi più belli. Ben costruiti tutti i video che supportavano ogni brano. Ognuno diverso e a suo modo originale. Davvero un grande spettacolo. Grande Jova!
Vi dedico questa canzone che trovo la più delicata e commuovente dell’ultimo album.

…”sono solo stasera senza di te,
mi hai lasciato da solo davanti a scuola,
mi vien da piangere,
arriva subito,
mi riconosci ho le scarpe piene di passi,
la faccia piena di schiaffi,
il cuore pieno di battiti
e gli occhi pieni di te.”

 

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: